Wednesday, June 07, 2006

La Signora della porta accanto.


E’ strano come alcune persone siano dotate di una semplicita’ che le rende simpatiche al primo sguardo.

Holly Golightly si e’ esibita alcuni giorni fa in un piccolo e fumogeno locale nel centro di Atene, attesa da un audience piuttosto diversificato per eta’ e tipologia.


A precederla, facendo piu’ che dignitosamente da support, una certa Jessica Bell che mi hanno poi detto essere imparentata con qualche membro del gruppo Hard Candy. Una giovanissima, attraente ragazza con una voce tra Patti Smith e P.J Harvey, con sporadici lamenti alla Janis Joplin, but what an amazing mix!!! Alla fine del concerto ci ha persino regalato il suo album Life in a box.


Holly indossava un abito nero e scarpe nere, tutto estremamente minimale e privo di futili arricchimenti come a far risaltare il volto espessivo e la chitarra multicolore.


Alta e fiera, con una stazza possente ma aggraziata.


Britannica in quanto a classe e a stile, ma non in quanto a gusto.

Forte, decisa, priva di fronzoli, ma dolce e accattivante allo stesso tempo.


I capelli neri, raccolti sulla nuca, con un che di trasandato, quasi fosse a casa propria e li avesse acconciati cosi’ per fare alcuni lavori domestici.


Il volto, quello di una madre premurosa che ti accarezza dolcemente con la sua voce soave.
Che dire della musica!


Pre-rock electric blues, folk, soul...Sono incinta di sette mesi e non ho potuto evitare di ballare e di rimanere a lungo in piedi ad ammirarla.


Che fascino la Signora della porta accanto!


Che personalita’ singolare!

Pensare che ha iniziato la sua carriera nientemeno che con Billy Childish and Thee Headcoats facendo garage-rock al femminile, per poi collaborare con the White Stripes, Greenhornes, Dan Melchior, Jim Jarmusch, Mudhoney, mentre pubblicava ben 15 albums dal ’95 ad oggi come solista!


Raramente sono fiera di esser donna. Ebbene, quella sera lo sono stata.

2 comments:

aphrodite said...

Unfortunately I don't know any italian whatsoever, but I can tell you don't just write, you "sing" with all your heart!

Welcome!
:-))))

Aphrodite

aspasia said...

I thank you very much, Primavera! You really cuddle me with your words, they come like the soft spring wind of Botticelli that is messing up your hair... Unfortunately the level of my greek doesn't allow me to leave comments a little coloured...
Kalimera